Coronavirus: Parola d’ordine, “meglio un morto che un fallito”.

Coronavirus: Parola d’ordine, “meglio un morto che un fallito”.
Sembra questa la linea da tenere, all'inizio un allarmismo che teneva conto della salute di tutti gli italiani, ed ora una precauzione che mira a salvare le aziende italiane, le quali sicuramente collasserebbero e non potrebbero certo reggere una crisi economica come quella che si paventerebbe, viste le precarie condizioni di salute dei nostri imprenditori. Condivisibile tutto, ma ci si chiede, se la scelta è questa, perchè non rispettarla anche nelle scelte politiche di tutti i giorni cercando di defiscalizzare le imprese, magari aumentando le voci da portare in detrazione.